Distribuzione Elettrica

 

Relè differenziali RD1, RD3

  • Generale
  • Tabella tecnica
  • Documentazione

Relè differenziali per la protezione contro le correnti di guasto a terra, da abbinare ai dispositivi di protezione (interruttori o sezionatori) tramite un collegamento elettrico con bobina a lancio di corrente o di minima tensione.

I relè differenziali misurano lo sbilanciamento delle correnti tramite il collegamento con un toroide, attraverso il quale vengono fatti passare i conduttori attivi.

Il relè differenziale tipo RD1 è dotato di un contatto in uscita e viene normalmente impiegato nella protezione dei circuiti.

Il relè differenziale tipo RD3 possiede 2 contatti in uscita e trova impiego nei circuiti di illuminazione, dove il primo sgancio agisce su un dispositivo a riarmo automatico e il secondo sgancio interrompe definitivamente il circuito.

  • Soglia di intervento regolabile tra 30mA...30A (19 portate)
  • Collegamento relè differenziale - toroide a 2 fili
  • Filtro per componenti armoniche
  • Sicurezza positiva o negativa selezionabile in campo
  • Test automatico permanente
  • Ripristino manuale o automatico (3 tentativi)
Inserzione:
linea bassa tensione BT
Classe:
tipo A secondo IEC60755
Frequenza nominale fn:
50Hz
Alimentazione ausiliaria:
24-48-115-230-240-400Vac; 20...150Vcc
Corrente di intervento I∆n:
selezionabile con potenziometro a 7 posizioni 0,03 - 0,05 - 0,075 - 0,1 - 0,15 - 0,2 - 0,3 A, con dip-switch di moltiplicazione x1-x10-x100
Corrente differenziale di non intervento (IEC60755)
0,5 I∆n
Tempo di intervento t:
selezionabile nei valori 0-0,15-0,25-0,5-1-2,5-5 s
Intervento istantaneo (IEC60755,IEC60947-2):
<40ms (@5I∆n)
Tempo massimo di intervento::
0,9...1,1t (@ 2I∆n) in accordo con IEC60755, EC60947- 2
Reset:
selezionabile Manuale o Automatico (3 tentativi. 1 ogni 60 s)
Sicurezza:
selezionabile Positiva o Negativa
Montaggio:
su guida DIN: 2 moduli RD1, 4 moduli RD3
Contatti:
RD1 1CO; RD3 2CO
Peso:
200gr
Grado di protezione (EN 60529):
IP50 frontale, IP20 morsetti