Distribuzione Elettrica

 

Relè di priorità

  • Generale
  • Tabella tecnica
  • Documentazione

Applicazioni dei relè di priorità
Quando vengono attivati simultaneamente vari carichi il cui totale supera il carico massimo consentito, normalmente l'interruttore generale scatta automaticamente; per evitare tale condizione è necessario utilizzare un relè di priorità.

Per gli impianti esistenti si tratta di una soluzione estremamente economica, a differenza dell’aumento della potenza impegnata, della sostituzione dei cavi di alimentazione, dell'interruttore principale, ecc.

Il relè di priorità è utile anche in un nuovo impianto, dove l'uso del relè riduce la potenza impegnata e di conseguenza il costo della bolletta.

Funzionamento dei relè di priorità
Il relè di priorità consente di limitare il consumo di energia in impianti con potenza ridotta. Questa limitazione si ottiene mediante una misurazione continua della corrente totale e, nel caso la richiesta superi un valore di soglia, disattivando il carico con la priorità più bassa.

Quando il compito del carico con la priorità più alta è stato completato e quindi disattivato, il carico con la priorità più bassa viene riattivato.

Tensione nominale di esercizio
230V~
Corrente massima misurabile
32A - 6kW diretti / TA 5A
Contatto di uscita
capacità di commutazione:16A / 250V~ ; contatto: 1CO
Temperatura di esercizio
-20... +55°C
Potenza dissipata ai valori nominali di Un, In
6W
Capacità dei terminali
contatto di uscita: Pozidriv 1 / 2 x 2,5mm2 ; circuito di misura:Pozidriv 2 / 1 x 32mm2